Live Sicilia

Il Bar dello Sport

Le pagelle dell'anno 2009


Articolo letto 565 volte

Anche il Bar dello Sport, nel suo piccolo, azzarda le pagelle dell'anno 2009

VOTA
0/5
0 voti

Bar dello sport, fabio liverani, fabrizio miccoli, marco amelia, maurizio zamparini, Pietro Lo Monaco, walter sabatini, Walter Zenga, Cronaca
Anche il Bar dello Sport, nel suo piccolo, azzarda le pagelle dell'anno 2009

10 a Fabio Liverani. Quando c'è, nell'orchestra rosanero, è un metronomo inappuntabile. Quando non c'è, la cacofonia s'avanza inarrestabile (in rima).

9 a Fabrizio Miccoli. Non potendo dare un dieci pari merito. E' il sale sulla pietanza, la magia degli occhi. Vale lo stesso discorso di Liverani. Se non c'è, è subito sera.

8 a Delio Rossi. Veni, vidi, vici. I romanisti - che non lo amano - dicono che "Er Ciancica" è solo fortunato. Ancora hanno i lividi. Rosiconi.

7 a Maurizio Zamparini. Col suo equilibrio instabile, rischia di avere ragione e di realizzare il famoso progetto. Chi vivrà...

6 a Walter Sabatini. Certe volte si crocifigge da solo, anche troppo. Il lavoro che ha seminato darà i suoi frutti. Scommettiamo?

5 a certi tifosi rosanero. Prima la squadra era niente mmiscata cu nuddu. Ora è da scudetto. Ragazzi...

4 al mitico Pietro Lo Monaco che giurò fedeltà ad Atzori, perché "tra me e Zamparini c'è un abisso". In effetti, l'abisso c'è.

3 all'estensore di questa rubrica. Per simpatia.

2 allo scudetto che Walter Zenga non vinse.

1 a Walter Zenga.

0 a Marco Amelia, con dispiacere. Il suo percorso, per ora, non gli sta dando ragione.