Live Sicilia

Vertenza Fiat

Il Pd propone odg all'Ars
chiedendo un cdm su Termini


Articolo letto 502 volte

VOTA
0/5
0 voti

fiat, pd, termini, Politica
Il Parlamento siciliano darà mandato al presidente della Regione, Raffaele Lombardo, di chiedere, nel suo rango di ministro previsto nello Statuto regionale all'art. 21, la convocazione del Consiglio dei ministri per affrontare la vicenda relativa allo stabilimento Fiat di Termini Imerese. La proposta è stata avanzata dal capogruppo del Pd all'Ars Antonello Cracolici, e condivisa dall'Udc e dal Pdl Sicilia che fa riferimento al sottosegretario Gianfranco Micciché. L'iniziativa sarà formalizzata in un ordine del giorno che sarà discusso nel pomeriggio all'Ars, convocata sul caso Fiat. Per il Pd e l'Udc, il governo della Regione, sostenuto dal parlamento siciliano, deve aprire una "vertenza" istituzionale con il governo Berlusconi, "in ballo - dice Cracolici - c'é il futuro industriale della Sicilia, perché consentire alla Fiat di sostenere che non conviene produrre auto a Termini Imerese tra l'altro non in presenza di una crisi strutturale ma per una precisa scelta di politica industriale, significa avallare l'eventuale disimpegno di altri soggetti imprenditoriali". I gruppi di maggioranza e opposizione all'Ars, nel corso dell'incontro con una folta rappresentanza di sindacati e lavoratori della Fiat, hanno garantito pieno sostegno agli operai in lotta.