Live Sicilia

Il fotografo siciliano nell'inchiesta "Vallettopoli"

Corona prosciolto dal gup di Potenza


Articolo letto 509 volte

VOTA
0/5
0 voti

fabrizio corona, potenza, prosciolto, vallettopoli, woodcock, Cronaca
Il gup di Potenza, Luigi Barrella, ha disposto il non luogo a procedere perché il fatto non sussiste per il fotografo dei vip, Fabrizio Corona, il principale imputato della cosiddetta inchiesta "Vallettopoli", partita da Potenza nel 2007 con gli arresti richiesti ed ottenuti dal pm Henry John Woodcock (ora in servizio a Napoli) dello stesso Corona e di altri indagati.

A Corona la procura potentina contestava il reato di associazione per delinquere finalizzata all'estorsione e allo sfruttamento della prostituzione. A Potenza, in quanto luogo di prima iscrizione del reato, era infatti rimasta la parte di inchiesta relativa all'associazione per delinquere e altri reati "satelliti": alcuni capi di imputazione del corso delle indagini erano stati trasferite in altre sedi. A Milano, lo scorso 10 dicembre, Corona è stato condannato a tre anni e otto mesi di reclusione per quattro capi d'imputazione, relativi alle estorsioni e ai tentativi di estorsione nei confronti del calciatore Francesco Coco e Adriano e del motociclista Marco Melandri. Per altre sette persone il gup ha disposto il non luogo a procedere, mentre per altre sei (tra le quali il manager di alcune pornostar, Riccardo Schicchi) ha disposto il trasferimento del fascicolo ad altre sedi per incompetenza territoriale. "Finalmente comincia a farsi giustizia, ora ne vedrete delle belle..." ha detto Fabrizio Corona all'Ansa. "Preparatevi: entro dieci giorni mi toglierò dalle scarpe tanti di quei sassolini che dovrete tremare". Cosa si sente di dire in questo momento al pm Woodcoock? "Lasciamo perdere..." , ha risposto Corona. Ai sui legali Giuseppe Lucibello e Silverio Sica, che lo hanno informato dell'esito dell'udienza preliminare, Corona ha detto: "Finalmente gli atti di persecuzione nei miei confronti iniziano ad avere anche una fine". Lucibello inoltre ha detto all'Ansa di "esprimere piena soddisfazione per l'udienza preliminare di Potenza in cui è stata riconosciuta la totale estraneità di Corona rispetto alle accuse che gli venivano mosse".