Live Sicilia

Gli scontri in via Boito

Lombardo: "Cercheremo una soluzione"


Articolo letto 512 volte

VOTA
0/5
0 voti

immigrati, laboratorio zeta, raffaele lombardo, scontri, Cronaca
"Mi faccio carico di verificare quale soluzione si può dare a questa vicenda". Lo ha detto il presidente della Regione Raffaele Lombardo a proposito dei disordini seguiti allo sgombero del Laboratorio Zeta, di via Arrigo Boito a Palermo. Lombardo è intervenuto questa notte, nel corso della seduta d'aula, rispondendo ad un intervento del deputato del Pd Pino Apprendi, che ha espresso preoccupazione per la vicenda. "La struttura - ha detto Apprendi - che ospita immigrati e rifugiati politici, è di proprietà dell'Istituto autonomo case popolari che in base ad un bando di dieci anni fa dovrebbe assegnarla ad un'associazione. Per questo è scattato il blitz delle forze dell'ordine, nonostante perfino il comune di Palermo, che non ha mai dimostrato grande sensibilità su questo versante, abbia chiesto allo Iacp di revocare quel bando. E' un fatto grave - ha concluso il deputato Pd - di fronte al quale bisogna intervenire immediatamente".