Live Sicilia

Quindici anni a Michele Aiello

Le altre condanne al processo


Articolo letto 745 volte

VOTA
0/5
0 voti

cuffaro, michele aiello, sanità, Cronaca
La terza sezione della corte d'appello di Palermo oltre alla condanna di Cuffaro, ha riformato le pene inflitte all'ex manager della sanità privata Michele Aiello (nella foto), condannato a 15 anni e 6 mesi contro i 14 del primo grado per associazione mafiosa e ha modificato in concorso esterno all' associazione mafiosa l'accusa di favoreggiamento contestata all'ex maresciallo del Ros Giorgio Riolo, condannandolo a 8 anni di carcere. In primo grado Riolo aveva avuto 7 anni. La Corte ha dichiarato prescritto il reato contestato ad Adriana La Barbera per morte dell'imputata. Per il resto la sentenza di primo grado è stata interamente confermata.

Il dettaglio delle altre condanne
Queste le condanne confermate per gli altri imputati: il radiologo Aldo Carcione (accusato di rivelazione e utilizzazione di segreto d'ufficio e accesso abusivo al sistema informatico della Procura), 4 anni e 6 mesi; l'ex segretaria della Procura Antonella Buttitta (accesso abusivo al sistema informatico della Procura e rivelazione ed utilizzazione di segreto d'ufficio), 6 mesi; Roberto Rotondo (favoreggiamento), un anno; Giacomo Venezia (favoreggiamento), 3 anni; Michele Giambruno (truffa e corruzione), 9 mesi; Salvatore Prestigiacomo (corruzione), 9 mesi; Angelo Calaciura (corruzione), 2 anni; Lorenzo Iannì (truffa) 4 anni e 6 mesi. La conferma della condanna al pagamento di 400 mila euro è stata inflitta alla società 'Atm - Alte Tecnologie Medicali' (truffa). A 600 mila euro di multa è stata invece condannata la società 'Diagnostica per immagini Villa Santa Teresa' (truffa). Le due società erano state sequestrate ad Aiello ed ora sono in amministrazione giudiziaria.