Live Sicilia

Palermo, mancano i posti e la gente si ostina a morire

Se il cimitero va a "Rotoli"


Articolo letto 962 volte

VOTA
0/5
0 voti

abbandono, cimitero rotoli, disagio, spazio, tombe, Cronaca
Al cimitero dei Rotoli di Palermo non ci sono posti e le bare in esubero invadono ormai qualsiasi locale utile allo scopo. Le bare in attesa di sistemazione sono più di 150, accolte in cinque locali adibiti a camere mortuarie  "abusive". Fra questi spicca la costruzione sita all'interno dello spazio dedicato al piccolo cimitero inglese. Il locale, probabilmente un  ex sacrestia come dimostrano i bagni sul retro, è privo di qualsiasi sistema  di  ventilazione ed è costituito semplicemente da una stanza la cui unica presa d'aria è una piccola finestrella che da su via Vergine Maria.
E' da qui che i cittadini della zona lamentano di sentire l´odore nauseabondo  dei fiori in putrefazione e di vedere dal balcone di casa le bare attraverso  la  piccola finestra. "È una vergogna, siamo costretti a convivere con questa  situazione. Il tanfo dei fiori è insopportabile" ha affermato con amarezza  Ivana Filippone, residente del luogo. Le ha fatto eco Concetta Trapani: "I  nostri nipotini dal balcone riescono a vedere le bare ammassate in questo  locale - ha affermato - Ormai è così da più di un mese. Inoltre questa  costruzione è inagibile, non dovrebbe essere utilizzata come camera  mortuaria".
Rammaricato per la situazione l'assessore Pippo Enea, attuale presidente  della  Gesip, società partecipata del Comune di Palermo. "La situazione - ha  affermato  Enea - purtroppo la conoscete tutti: mancano i posti e le condizioni  meteorologiche certo non aiutano. Ma noi stiamo lavorando sull'ordinario e  sullo straordinario per riportare la situazione alla normalità. Sono  dispiaciuto - ha continuato - per questa situazione di difficoltà e disagio  che  stiamo vivendo. Purtroppo materialmente mancano i posti. La Gesip tenterà di  fare fronte nel migliore dei modi a questa emergenza".