Live Sicilia

Il presidente Antimafia regionale

"Propaganda sull'antimafia"


Articolo letto 608 volte

VOTA
0/5
0 voti

antimafia, antimafia regionale, ars, governo, lillo speziale, piano, Cronaca, Politica
"Il governo anziché dotarsi di efficaci norme antimafia sceglie la strada della propaganda". Lo dice il presidente della commissione regionale antimafia, Lillo Speziale commentando il via libera al piano straordinario per il contrasto delle mafie deciso dal Cdm straordinario tenuto oggi a Reggio Calabria. "Quello che è successo - aggiunge Speziale - ha il sapore della pura propaganda elettorale in una regione che tra poco più di un mese sarà chiamata alle urne. Basti pensare che la legge che consente di aggredire i patrimoni dei mafiosi esiste già ed è la Rognoni-La Torre che prevedeva, fra l'altro, di risarcire i territori colpiti dalla presenza mafiosa". "In materia di contrasto alle infiltrazioni negli appalti - continua - il governo nazionale potrebbe mutuare quanto già previsto dalla legge regionale recentemente approvata in Sicilia che, all'articolo 2, prescrive per le imprese aggiudicatarie l'indicazione di un unico conto corrente per rendere tracciabile tutta la spesa legata all'opera da realizzare". "E' assolutamente necessario - conclude il parlamentare del Pd - che il Consiglio dei ministri approvi una misura che potenzi la presenza delle forze dell'ordine sul territorio e copra anche con provvedimenti straordinari i vuoti che ci sono in procure importanti, anziché prevedere, così come pensato, che i beni confiscati vengano vendute esclusivamente per risanare i conti dello Stato".