Live Sicilia

Arte

"Turi Sottile e i Poeti"
la mostra fa tappa a Palermo


Articolo letto 634 volte

VOTA
0/5
0 voti

arte, mostra, palermo, turi sottile, Zapping
Sarà inaugurata sabato 20 febbraio 2010 alle ore 18, presso la Galleria d'Arte Studio 71 di via Fuxa 9 a Palermo, la mostra personale di Turi Sottile dal titolo "Turi Sottile e i Poeti: quando le parole danzano sulla pittura".

Turi Sottile è nato il 21 febbraio 1934 ad Acireale. Dal ’52 si dedica esclusivamente alla pittura cominciando a partecipare a diverse mostre collettive. La sua prima mostra personale si realizza a Messina nel ’58. Intorno agli anni Sessanta si inserisce nella corrente della nuova figurazione. Negli anni ’70 inventa la tecnica per realizzare i suoi “cosmopaesaggi” definiti dal critico Filiberto Menna “iperrealismo fantastico”. Inizia il periodo dei grandi viaggi culturali e non, che lo portano, ad intervalli, in Tanzania, Kenia, Venezuela, Uruguay, Perù, Cile, Brasile, Messico, ma anche in Cina, Giappone, Australia per ritornare prima in America del Nord e poi di nuovo nell’America del Sud, esponendo in varie mostre personali e tenendo conferenze e corsi di pittura contemporanea europea in varie scuole e università argentine. Diventa responsabile per l’Italia e membro della Commissione Internazionale per l’assegnazione dei premi della Biennale Internazionale di Architettura Urbanistica di Buenos Aires. Negli anni ’79-80, si reca per una breve permanenza in Russia e, lavorando in una bottega artigiana, apprende la tecnica per l’elaborazione delle icone. Tornato in Italia dipinge le “Immagini catturate” per le quali il critico Italo Mussa conia il termine “lacerti estrapolati dalla Pittura Colta”, termine che poi determinerà la corrente della “Pittura Colta”, teorizzata dallo stesso Mussa.

Turi Sottile si può definire un ricercatore, un inventore di nuove tecniche, un viaggiatore in Arte un nomade, come nomade è la sua Arte che spazia sapientemente dalla pittura, alla musica, alla narrativa. Recenti e importanti mostre antologiche sono state allestite nel corso della sua attività artistica anche a Buones Aires (1997), a New York (1999), ad Atene (2004), a Roma (2006), ad Acireale (2007). Le sue opere sono presenti nelle più importanti collezioni pubbliche e private, in Italia e all’estero. Si sono occupati di lui numerosi critici e storici dell’arte, tra gli altri: Paolo Balmas, Lucio Barbera, Carmine Benincasa, Mirella Bentivoglio, Enzo Bilardello, Achille Bonito Oliva, Maurizio Calvesi, Laura Cherubini, Vincenzo De Maria, Maurizio Fagiolo, Patrizia Ferri, Francesco Gallo, Giancarlo Politi, Pierre Restany, Lorenza Trucchi, Lara Vinca Masini, Filiberto Menna., Italo Mussa, Dante Maffia ecc.