Live Sicilia

Domani al Barbera Palermo-Parma

Gnocchi? "Meglio la cassata"


Articolo letto 612 volte

Se cercate nel vocabolario la parola “ironia” non trovate solo la definizione ma anche la sua foto, quella di Gene Gnocchi, uno dei simboli della televisione nostrana e non solo. Sì, perché il buon Gene calca ormai da parecchio i palcoscenici dei teatri italiani, a e causa di un “infortunio” ha anche annullato una tournee che avrebbe previsto una tappa in Sicilia. “Peccato – dice Gnocchi – mi piace sempre venire in Sicilia e in particolare a Palermo. Per me è una delle città più belle d’Italia, e ci vengo sempre con piacere e siccome sono un goloso adoro la cassata e il pane con la milza (la sua pronuncia però li “settentrionalizza”).

VOTA
0/5
0 voti

delio rossi, Francesco Guidolin, gene gnocchi, Il Palermo, palermo, parma, Il Palermo

Gene Gnocchi

Se cercate nel vocabolario la parola “ironia” non trovate solo la definizione ma anche la sua foto, quella di Gene Gnocchi, uno dei simboli della televisione nostrana e non solo. Sì, perché il buon Gene calca ormai da parecchio i palcoscenici dei teatri italiani, a e causa di un “infortunio” ha anche annullato una tournee che avrebbe previsto una tappa in Sicilia. “Peccato – dice Gnocchi – mi piace sempre venire in Sicilia e in particolare a Palermo. Per me è una delle città più belle d’Italia, e ci vengo sempre con piacere e siccome sono un goloso adoro la cassata e il pane con la milza (la sua pronuncia però li “settentrionalizza”). Gnocchi ha però anche un’altra passione: ha riflessi gialloblù, ha avuto periodo d’oro e periodi meno d’oro, ma adesso è nuovamente viva, il Parma. “Sono un grande tifoso della squadra ducale, non sempre seguo le partite, anche a causa di impegni di lavoro, ma resto affezionato al Parma sempre e dovunque. Guidolin ha dato nuovamente un’identità a questa squadra, la serie B è stato un colpo al cuore, ma adesso devo ammettere che sono tornato a sorridere, peccato solo per questo maledetto mese di gennaio, le abbiamo perse tutte, incredibile, meno male che non abbiamo giocato contro l’Inter, sicuramente avremmo perso anche quella. La neve è stata solo una finzione, Ghirardi ha imbiancato la città per evitare un altro k.o”. Gene Gnocchi oltre ad essere un ottimo artista e anche un grande regista, si ma nel campo: “Se non fossi in tv, sicuramente sarei stato un calciatore, sono troppo forte, il mio mito era Savicevic del Milan”. Gene, ha anche sfiorato il suo sogno che probabilmente coltivava da bambino, giocare, anche per un minuto, in serie A. Il “Savicevic” italiano due anni fa chiese a Ghirardi di farlo allenare, anche se sporadicamente, con i ragazzi del Parma; il presidente gialloblù, accettò, sperando che Gnocchi fosse quasi un amuleto che potesse far risalire in classifica i ducali, invece: “Il Parma è retrocesso e io non ho mai giocato, incredibile. Speravamo che la salvezza potesse arrivare con anticipo e quindi c’era spazio per un mio esordio, invece…”. Gene si proietta verso la sfida di sabato contro il Palermo: “Sarà una grande partita. Il Palermo mi fa divertire, gioca un calcio brioso e molto spettacolare, e poi c’è quel mattacchione di Miccoli, è un campione. Rossi fa giocare bene i suoi, anche se devo rimproveragli una cosa, deve far giocare Hernandez. E’ un mio pupillo, merita più spazio. Parma? Posso solo dirvi che gennaio è passato, a febbraio Guidolin si rialza, quindi saranno dolori per i rosanero. Peccato per Mariga, è un grande giocatore che merita di giocare in una big, ma ci rifaremo”. Alla fine chiediamo il classico pronostico: “Finirà 3-3, e segnerà anche Hernandez”.