Live Sicilia

Il Bar dello sport

Zamparini sbaglia (e sono due...)


Articolo letto 583 volte

VOTA
0/5
0 voti

daniele galloppa, maurizio zamparini, torti arbitrali, Bar dello sport
Sostiene Daniele Galloppa, centrocampista del Parma: "In un minuto è successo tutto: il rigore (sullo stesso Galloppa, ndr) era nettissimo e io ho iniziato a protestare e intanto inseguivo Cavani.  Ho recuperato una palla di rabbia e ci stava benissimo la punizione per il Palermo, che secondo me l’arbitro non ha dato per le mie proteste. Le polemiche perché Cavani era a terra? Sfatiamo questo finto buonismo altrimenti diventiamo tutti ridicoli. A parte che ci siamo parlati prima: sono stati loro a venire da noi, Migliaccio in particolare, ci siamo detti che la palla non andava buttata fuori. E’ successo così per Dzemaili e anche per Cavani e infatti il Palermo non ha protestato. Le decisioni spettano all’arbitro e basta". Sono parole che mettono in una luce diversa la (per ora) tenue polemica del Palermo sulla questione arbitrale. I rosanero non più unica vittima sacrificale, ma inseriti in un ambiente dove gli arbitri ci prendono e sbagliano con tutti. Fa parte del gioco, no? A ben guardare ogni squadra potrebbe estendere - a parte qualcuno - la sua Zamparini's list, in questo momento del campionato. Possiamo dirlo, senza il rimprovero di alto tradimento? Questa geremiade sui torti arbitrali è la seconda topica dei vertici rosanero, dopo la celebre parabola degli imbecilli. E, arrivando a una settimana dal'incontro di Roma, ha dato a tutti l'impressione di volere essere un condizionamento a sua volta. Noi siamo convinti che non lo sia. Che sia stata una iniziativa (purtroppo) "a caldo". Ma è paradossale che una società seria e onesta come il Palermo debba passare - grazie a quel comunicato - come un'improvvida accolita di furbetti che mette le mani avanti. Insomma, un capolavoro. R.P.