Live Sicilia

INTERNET

Pdl-Sicilia "sbarca" su Facebook


Articolo letto 461 volte

VOTA
0/5
0 voti

ars, facebook, micciché, pdl sicilia, Le brevi
“Da oggi anche noi siamo su Facebook (gruppo Pdl-Sicilia Ars). E lo facciamo per offrirvi un servizio: fare conoscere in tempo reale tutte le nostre iniziative parlamentari e politiche affinché possiate valutarle nel merito e anche proporci dei preziosi suggerimenti nella rubrica: cosa ne pensate?”. Questo il messaggio di benvenuto che si legge nella pagina di Facebook del gruppo Pdl-Sicilia dell’Assemblea regionale siciliana

“Il Pdl-Sicilia all’Ars - si legge nella sessione chi siamo - è nato per garantire alla nostra regione governabilità e stabilità per avviare una grande stagione riformista che accompagni la Sicilia fuori dalle secche della stagnazione economica e sociale. Il nostro ruolo è chiaro: stimolare il governo e la maggioranza parlamentare affinché tutti i provvedimenti normativi siano funzionali allo sviluppo della nostra Terra. I cittadini siciliani ci hanno votato per questo ed è nostro dovere non disattendere il loro volere. Il nostro impegno e costanza saranno massimi”.

Poi, la prima rubrica ‘cosa ne pensate?’ sul disegno di legge sul Piano Casa: “Nei prossimi giorni all’Ars - si legge - entrerà nel vivo la discussione sul disegno di legge per il sostegno dell'attività edilizia e la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente, il cosiddetto Piano Casa. Non c’è dubbio che si tratta di una legge molto importante, soprattutto perché - aggiunge - darà una boccata d’ossigeno ad un settore che negli ultimi anni ha segnato il passo. Le linee guida sono semplici e chiare: l’aumento della metratura degli immobili ad uso abitativo può avvenire solo nel rispetto dell’ambiente, del territorio e con precisi standard di sicurezza. L’impianto generale della legge lo condividiamo, però - continua - riteniamo che sarebbe opportuno modificarne alcuni elementi per venire incontro alle esigenze di sviluppo dell’intero settore produttivo siciliano. In particolare, così come è previsto nei Piani casa di altre regioni d’Italia come Lazio e Marche, auspichiamo che l’ampliamento riguardi anche gli edifici non residenziali a destinazione industriale, artigianale, direzionale, commerciale e agricola Se vogliamo sostenere e incoraggiare la crescita delle attività produttive che operano in Sicilia, allora - sottolinea - dobbiamo predisporre misure volte ad agevolare il mondo del lavoro. Il Piano casa non deve essere solo un grande progetto di riqualificazione abitativa ma anche, se non soprattutto, uno strumento che aiuti nel concreto tutte le attività produttive ad espandersi per essere più competitive sui mercati globali”.