Live Sicilia

Fragalà, l'assemblea della camera penale

Avvocati e magistrati ai giovani:
"Non fatevi intimidare"


Articolo letto 879 volte

VOTA
0/5
0 voti

assemblea, camera penale, fragala, Cronaca
Una folla di avvocati e magistrati sta partecipando all'assemblea indetta dalla camera penale di Palermo in solidarietà dell'avv. Enzo Fragalà, ricoverato in fin di vita all'ospedale Civico dopo essere stato massacrato a bastonate, martedì scorso, davanti al suo studio a due passi dal palazzo di giustizia di Palermo. Per consentire ai legali di partecipare all'incontro il presidente della corte d'appello di Palermo, Vincenzo Oliveri, ha sospeso le udienze fissate per oggi a partire dalle 11, ma alcuni dibattimenti erano stati comunque rinviati questa mattina quando si era diffusa la voce, poi smentita, che Fragalà fosse morto. Tra le cause slittate anche quella sulla cosiddetta faida tra due famiglie del palermitano. Il penalista difendeva gli imputati Carlo e Giuseppe D'Amore, assolti in appello dopo una condanna al'ergastolo. Oggi ci sarebbe dovuta essere la sentenza. Ad aprire l'assemblea è stato il presidente della camera penale di Palermo Roberto Tricoli che ha condannato la "vile aggressione". Sono intervenuti, poi, rappresentanti dell'avvocatura siciliana e il presidente del consiglio dell'ordine Palermo Enrico Sanseverino e, in rappresentanza dei magistrati, il vice presidente dell'Anm Gioacchino Natoli. Ma l'intervento che ha più emozionato è stato quello del decano dei penalisti palermitani, Cristoforo Fileccia che, commosso, ha ricordato la sua amicizia con Fragalà e ha invitato i giovani avvocati a non farsi intimidire.