Live Sicilia

SVILUPPO

Il Pd presenta proposta sull'istituzione delle zone franche urbane in Sicilia


Articolo letto 661 volte

VOTA
0/5
0 voti

cracolici, pd, proposta, zone franche urbane, Le brevi
Il Partito Democratico ha presentato oggi la proposta per l’istituzione in Sicilia delle zone franche urbane, che sono quelle aree territoriali caratterizzate da disagio sociale, economico e occupazionale dove si concentrano programmi di defiscalizzazione per la nascita e la crescita delle medie e piccole imprese. Il disegno di legge “Istituzione e finanziamento di Zone Franche Urbane”, che il Pd presenterà nei prossimi giorni in Ars, prevede un regime di agevolazioni fiscali a favore delle piccole e micro imprese, che potranno beneficiare, nei primi cinque anni, di un’esenzione totale dei tributi Irap, Irpef, Ires e Ici, per l’attività avviata nelle Zfu. Per i cinque anni successivi, l’esenzione è invece limitata al 60 per cento, poi al 40 per cento per due anni e infine al 20 per cento per gli ultimi due anni. I requisiti richiesti per l’ammissibilità di un territorio comunale sono una dimensione demografica minima di 25mila abitanti, che in Sicilia interessa 43 comuni, e un tasso di disoccupazione comunale superiore alla media nazionale.

All’incontro hanno partecipato il segretario regionale del Partito Democratico Giuseppe Lupo, il capogruppo del Pd all’Ars Antonello Cracolici, Franco Piro, i rappresentanti sindacali e delle piccole e medie imprese e alcuni dei sindaci  dei 43 comuni interessati.

“Con questo disegno di legge- spiega Lupo- vogliamo creare in Sicilia almeno nove zone franche urbane oltre a quelle istituite dal Governo Prodi, per contribuire allo sviluppo del territorio e alla crescita dell’occupazione. Se venisse approvato la Sicilia sarebbe la prima Regione d’Europa ad attuare una legge regionale sulle zone franche urbane. E’ un esperimento – aggiunge Lupo- che in diversi paesi ha già prodotto un significativo sviluppo, come in Francia per esempio, dove oggi si contano più di cento zone franche urbane. In Sicilia sono state istituite a Gela, Erice e Librino, l’obiettivo è l’estensione in tutte le province per dare un contributo forte  allo sviluppo del tessuto economico locale e all’occupazione. Le Zfu potranno essere finanziate con i 45 milioni di euro dei fondi Fas”.

“L’emergenza lavoro in Sicilia – ha detto Cracolici- è sempre più drammatica, servono strumenti straordinari per creare impresa: le Zfu, come il credito d’imposta per l’occupazione, sono risposte importanti messe in campo dal Pd”.