Live Sicilia

Basket, Olio Gallo sconfitta a Catania


Articolo letto 535 volte

VOTA
0/5
0 voti

basket, elefantino catania, olio gallo verga palermo, Sport, Zapping
La Poule Promozione inizia male per l’Olio Gallo Palermo: sconfitta tanto sorprendente quanto amara per la capolista sul campo dell’Elefantino Catania.

Privo di Vitale e con Giordani in precarie condizioni fisiche, Piergiorgio Riva decide di giocare con un quintetto piccolo e tecnico, inserendo Corrao assieme a Scrima, Trevisano, Ornella Lo Porto e Dominici. La numero 5 dell’Olio Gallo risponde bene, con 10 punti nel primo periodo: altri 6 li mette Trevisano, però le palermitane faticano a staccare l’Elefantino, che rimane a contatto chiudendo il quarto 17-20 grazie a Bruni e Patara, coppia fulcro dell’attacco di coach Parisi.

Non cambia il copione nel secondo periodo: Patara fa il vuoto nella difesa dell’Olio Gallo, che risponde con punti che arrivano dalla panchina (M. Lo Porto e Vigilante, anch’essa non al 100% fisicamente) ma sembra soffrire e soprattutto incapace d’imporre il proprio ritmo alla gara. Notando le difficoltà delle sue ragazze, coach Riva decide allora di buttare nella mischia Giordani, che risponde prontamente con 6 punti di fila, salvo poi calare fisicamente nel corso della gara. Al riposo le catanesi vanno cominciando a crederci davvero, sotto solo 29-32.

Specchio della partita, giocata con poca concentrazione dall’Olio Gallo sia in attacco che in difesa, è il terzo periodo: Catania segna appena 5 punti, ma le ospiti palermitane non sfruttano l’occasione, faticando ad eseguire e producendo anch’esse appena 5 punti, con solo un canestro dal campo firmato Trevisano. Man mano che la partita passa l’Elefantino acquista convinzione, sperando che nel finale l’esperienza dell’organico paghi.

E alla fine succede proprio questo: iniziato l’ultimo periodo sul 34-37, l’organico catanese mette in seria crisi l’Olio Gallo. Serafica apre con 4 punti il quarto, poi Patara e Bruni salgono nuovamente in cattedra: dall’altra parte risponde Dominici, non in grandissima giornata al tiro (4/13 dal campo) ma comunque autrice di tutti i punti palermitani nell’ultimo periodo. In pieno equilibrio si arriva al finale sul 47-47 con 15” da giocare: l’Olio Gallo potrebbe costruire l’ultimo tiro per vincerla, Scrima però perde palla e dall’altra parte Patara si butta dentro, conquistando i 2 punti in campo e in classifica, con una beffarda vittoria per 49-47.
Deluso nel post-partita coach Riva: «Non abbiamo fatto ciò che dovevamo fare sia in attacco che in difesa, non abbiamo imposto il ritmo giusto alla gara ma ci siamo adeguati a quello dell’Elefantino.

È un passo indietro rispetto alle ultime partite della prima fase ed anche rispetto a come abbiamo preparato queste partite nell’ultimo mese. Ora rimbocchiamoci le maniche e pensiamo subito a migliorare nelle prossime partite».

Già, perché si gioca ancora e tra una settimana al Palauditore, servirà una risposta convincente contro Catanzaro, per non compromettere il campionato.

Fonte: CS – Verga Palermo Basket (Giuseppe Corrao)