Live Sicilia

MAFIA

Contrada resta ai domiciliari


Articolo letto 426 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Le brevi
Bruno Contrada non tornerà in carcere ma resterà agli arresti domiciliari per gravi motivi di salute, visto che il quadro clinico si è ulteriormente aggravato, ma anche perché non ricorre l'ipotesi di una sua pericolosità sociale. Lo ha deciso il Tribunale di Sorveglianza di Palermo, su conforme richiesta del Procuratore Generale, che ha prolungato di altri nove mesi la detenzione domiciliare all'ex 007 per scontare una condanna a 10 anni di reclusione per concorso esterno all'associazione mafiosa. La prossima udienza di valutazione è stata fissata per il 26 ottobre prossimo. Il tribunale, valutando gli atti pervenuti dalla Questura di Palermo e dalla Dna di Roma, ha ritenuto che essi "convergono nella direzione univoca di un profilo di cessata pericolosità sociale del condannato". Per i giudici, inoltre, "la ricostruzione accusatoria non è contestabile in altra sede giudiziaria se non in quella della revisione del giudicato". "Apprendo con estrema soddisfazione la motivazione del Tribunale di Sorveglianza di Palermo - ha commentato il legale dell'007, l'avvocato Giuseppe Lipera - al di là dei meri profili di carattere formale, anche perché convinto che l'animo nobile di Bruno Contrada né trarrà conforto. Spero che sia l'inizio di una nuova stagione di verità e di giustizia. Adesso aspettiamo che la Corte di appello di Caltanissetta si determini a dichiarare ammissibile l'istanza di revisione del processo".