Live Sicilia

BENI CULTURALI

Armao: "Bandi internazionali per i siti siciliani"


Articolo letto 539 volte

VOTA
0/5
0 voti

armao, bandi internazionali, beni culturali, sicilia, Le brevi
L'Unita' tecnica per la Finanza di progetto della Presidenza del Consiglio dei ministri assistera' l'assessorato regionale ai Beni culturali nella messa a punto degli studi di fattibilita' e nella predisposizione dei bandi per l'affidamento in partenariato pubblico e privato dei principali siti culturali e musei siciliani.

L'accordo e' stato concluso a Roma tra l'assessore regionale, Gaetano Armao, e il coordinatore dell'Unita' tecnica per la Finanza di progetto della Presidenza del Consiglio, Manfredo Paulucci De Calboli. "E' stata avviata - dice Armao - una collaborazione proficua che ci consentira', senza oneri e con la piu' qualificata assistenza tecnica, di pubblicare, a breve, i bandi per la gestione integrata dei beni culturali della nostra regione, servizi aggiuntivi compresi. Si tratta di conciliare al meglio le esigenze del settore pubblico e delle imprese private che dovranno gestire gli oltre cento siti culturali della Sicilia".

"Abbiamo attivato un percorso - aggiunge l'assessore - che ci consentira' di valorizzare il nostro grande patrimonio culturale con una gestione moderna ed efficiente, migliorando l'offerta culturale e turistica e attivando le risorse che vengono dal mondo dell'impresa e del privato sociale".

Il primo bando, che si prevede di pubblicare ad aprile, riguardera' la provincia di Trapani, con particolare riferimento alle aree archeologiche di Segesta e di Selinunte e alla tonnara di Favignana. Definite le analisi preliminari di fattibilita' tecnica ed economica, si potra' procedere alla selezione delle offerte.

"Si tratta - conclude Armao - di una delle piu' importanti operazioni di finanza di progetto applicate in Italia ai beni culturali. Al fine di attivare le migliori proposte ed offerte, anche internazionali, i bandi saranno presentati a Milano, Parigi, Londra e New York