Live Sicilia

Iniziativa anti-crisi

Stm mette i suoi brevetti on-line
gratis per i giovani imprenditori


Articolo letto 1.379 volte

VOTA
0/5
0 voti

applicazioni, brevetti, Catania, confindustria, giovani imprenditori, gratis, stm, Economia
Tecnologie avanzatissime on line a disposizione di imprenditori siciliani che vogliono investire nella loro terra. E' la "scommessa per la crescita del territorio" su cui punta STMicroelectronics che darà gratuitamente il frutto delle loro ricerche, circa 200 brevetti, per chi vuole trasformarle in prodotto finito e metterle sul mercato. Il primo a cogliere la palla al balzo, come è stato spiegato durante la riunione alla Stm di Catania del direttivo e della giunta di Confindustria Sicilia, è stata un'azienda di Ragusa, che ha da poco avviato una produzione di pannelli fotovoltaici, e che utilizzerà un'applicazione della Stm etnea per sviluppare e produrre un inverter 'made in Sicily' a supporto di impianti per utenze domestiche.

Carmelo Papa, executive vice president di Stm e vicepresidente di Confindustria Sicilia, ha spiegato che "l'obiettivo è mettere queste soluzioni, frutto della ricerca Stm, a disposizione gratuitamente dei giovani ingegneri e imprenditori dell'isola che abbiano voglia e capacità di industrializzarle e produrle". Secondo Papa "con queste tecnologie si potrà sostenere la crescita di un'agricoltura avanzata, di una produzione industriale avanzata, del turismo e del commercio, creando nuova occupazione".

Le applicazioni vanno da soluzioni per il risparmio energetico senza componenti inquinanti a piattaforme inerziali che traducono il movimento fisico in movimento virtuale; dai controlli di motori e di condizionatori ai controlli per l'automotive; dal silicio che sostituisce il quarzo nel movimento degli orologi al controllo economico per motoscooter elettrici con autoricarica; dagli inverter per auto ibride ai motori per robotica con un solo cavo d'alimentazione e un solo filo per il controllo. Tutte le soluzioni applicative proposte da ST saranno nei prossimi giorni disponibili sul sito www.confindustriasicilia.it al fine di darne ampia diffusione, con l'auspicio che il sistema delle piccole e medie imprese siciliane colga l'occasione per industrializzarle.