Live Sicilia

TRAPANI

Commozione al funerale della soldatessa


Articolo letto 755 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Le brevi
Si sono celebrati stamattina a Trapani, in cattedrale (la chiesa era stracolma), i funerali di Melania La Mantia, la soldatessa morta la settimana scorsa a Ravenna, dopo un lancio con il paracadute. "Melania volava alto per inseguire un nobile ideale - ha detto il vescovo di Trapani, Francesco Micciché, nella sua omelia -. Che il suo sia un esempio per tanti giovani che vivono senza alcun ideale". Roberto Cavarretta, cognato di Melania, prendendo la parola, a conclusione della funzione religiosa, ha detto di provare "stima per Melania che è morta inseguendo un sogno" ed "é morta a causa dell'imbecillità omicida di alcuni". Ai funerali hanno partecipato, oltre alle autorità militari locali, il generale di brigata Salvatore Altomare e il comandante del 46/o Reggimento trasmettitori di Palermo (dove la soldatessa trapanese prestava servizio), colonnello Giuseppe Failla. La salma di Melania La Mantia, scortata dai carabinieri a sirene spiegate ha poi attraversato la via Giovan Battista Fardella, in centro - dove ha ricevuto l'ultimo saluto della gente - per poi essere trasferita al cimitero.