Live Sicilia

Su Facebook

Gruppo choc contro i bambini down
La polizia postale individua il fondatore


Articolo letto 453 volte

VOTA
0/5
0 voti

arresto, bambini down, polizia postale, sicilia, Cronaca
La polizia Postale di Roma e del compartimento della Sicilia Orientale sono riuscite a dare un nome e un volto al "Signore della notte" e "il vendicatore mascherato". Si faceva chiamare così, infatti, il 19enne cingalese, che sembra affetto da disturbi della personalità, che su Facebook aveva creato il gruppo "Giochiamo al tiro al bersaglio con i bambini down". Il gruppo, che era stato oscurato da Facebook, era collocato nella categoria "Salute e benessere" e mostrava una foto del profilo altrettanto choccante con frasi offensive e denigratorie dei bambini down. Indirizzo e dati, ovviamente di fantasia, in linea con lo "stile" del gruppo. Sul web era partita immediatamente la controffensiva per chiedere la chiusura della pagina, protestando contro i contenuti e si era mobilitata anche il ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna.