Live Sicilia

Mafia

Vegliarono sulla latitanza di Nicchi
Dopo tre mesi tornano in libertà


Articolo letto 990 volte

VOTA
0/5
0 voti

alessandro presti, boss, cosa nostra, giusi amato, libertà, nicchi, palermo, Cronaca
E' durata meno di tre mesi la carcerazione dei due ragazzi che vegliarono sull'ultimo periodo di latitanza del boss di Cosa nostra Gianni Nicchi. Sabato scorso, infatti, sono tornati in libertà, essendo scaduti i termini di custodia cautelare, Alessandro Presti e Giusi Amato, arrestati assieme al "picciutteddu" il 5 dicembre scorso. Presti è tornato in libertà, concessa d’ufficio, già venerdì. Per la ragazza, invece, è occorsa la richiesta da parte dei legali al gip che l'ha accolta d'urgenza. Tra pochi giorni è attesa la richiesta di rinvio a giudizio per i due.