Live Sicilia

Passa la norma sui maestri. Rinvio per la "munnizza"

Riforma sui rifiuti?
L'Ars ha detto "Sci"


Articolo letto 739 volte

VOTA
0/5
0 voti

Un'altra leggina votata e qualche battibecco sull'uscita  dell'assessore Venturi e sul "caso De Luca". La seduta di ieri  pomeriggio dell'Ars è filata via così, così, con un rinvio a oggi  pomeriggio per affrontare la riforma dei rifiuti. Ieri intanto Sala  d'Ercole ha approvato gli articoli del disegno di legge sull'ordinamento
della professione del maestro di sci in Sicilia. Si prevede la modalità  di delimitazione delle aree sciistiche in Sicilia, i criteri per la  definizione del tariffario e l'istituzione dell'albo professionale. Il provvedimento è passato con i voti dei 51 deputati che hanno partecipato ai lavori di Sala d'Ercole. L'Assemblea ha anche approvato quattro ordini del giorno che impegnano il governo e il presidente della regione ad attuare le iniziative necessarie a tutela dei lavoratori "Arthis Accenture" di Catania; a finanziare le opere pubbliche da realizzare attraverso i cantieri di lavoro; a garantire un adeguato impiego dei vigili del fuoco nelle zone dissestate; a utilizzare il credito d'imposta per le assunzioni di personale a tempo indeterminato nella aziende private. Un quinto documento sulle iniziative da adottare in difesa dei lavoratori addetti agli sportelli multifunzionali è stato accettato come raccomandazione dal governo regionale.

C'è poi stato il tempo per qualche piccato rimbrotto verso l'assessore  Marco Venturi, che ieri nella sua reprimenda se l'era presa anche con il  Parlamento. Parole non gradite da Fabio Mancuso del Pdl. E commentate  dallo stesso Raffaele Lombardo, presente in Aula: "Sarebbe opportuno  rivedere le procedure parlamentari per rendere il nostro lavori di  parlamentari più proficuo". Chiosa di Santi Formica, che ieri presiedeva  l'Aula: "Ritengo pretestuoso muovere critiche al Parlamento". E palla al  centro.

In zona Cesarini c'è anche il tempo per una polemicuzza sulla vicenda di Cateno De Luca, "sospeso" dal gruppo dell'Mpa. "La sospensione dei deputati è un'invenzione, nel regolamento non esiste", obietta Innocenzo Leontini capogruppo del Pdl. Francesco Musotto, suo omologo dell'Mpa, a quel punto spiega: "Non è una sospensione regolamentare ma politica. Poiché l'onorevole De Luca s è dimesso da vicecapogruppo dell'Mpa per  via di un dissenso sul piano casa, questo ha determinato, in pieno  accordo con l'onorevole De Luca un momento di astensione dai lavori del  gruppo". Seduta tolta e arrivederci a oggi.


 

legge che disciplina l'ordinamento della professione di maestro di sci in Sicilia e' stata approvata all'unanimita' dall'Assemblea regionale, presieduta dal vicepresidente Santi Formica, nella seduta pomeridiana. Il provvedimento e' passato con i voti dei 51 deputati che hanno partecipato ai lavori di Sala d'Ercole. La legge istituisce il collegio regionale dei maestri di sci della Sicilia e l'albo regionale della categoria. L'Assemblea ha anche approvato quattro ordini del giorno che impegnano il governo e il presidente della regione ad attuare le iniziative necessarie a tutela dei lavoratori "Arthis Accenture" di Catania; a finanziare le opere pubbliche da realizzare attraverso i cantieri di lavoro; a garantire un adeguato impiego dei vigili del fuoco nelle zone dissestate; a utilizzare il credito d'imposta per le assunzioni di personale a tempo indeterminato nella aziende private. Un quinto documento sulle iniziative da adottare in difesa dei lavoratori addetti agli sportelli multifunzionali e' stato accettato come raccomandazione dal governo regionale. Slitta invece a domani, alle 16, l'esame del disegno di legge sul sistema dei rifiuti. Non e' ancora terminato, infatti, il lavoro della commissione sui circa 300 emendamenti presentati al testo. All'ordine del giorno domani anche l'esame del bilancio di previsione della Regione per il 2010 e la discussione delle disposizioni programmatiche e correttive per l'esercizio finanziario in corso.