Live Sicilia

FRANE

Giunta di Messina chiede stato di calamità


Articolo letto 555 volte

VOTA
0/5
0 voti

buzzanca, frane, messina, stato calamità, Le brevi
La Giunta municipale messinese riunitasi a palazzo Zanca sotto la presidenza del sindaco, Giuseppe Buzzanca, ha deliberato la richiesta dello stato di calamità per il territorio messinese, dopo le forti piogge dei giorni scorsi che hanno determinato numerosi danni. Dopo aver esitato 49 provvedimenti di natura legale, l'esecutivo ha approvato di prorogare al 1° giugno l'entrata in vigore delle modifiche dei diritti di segretaria per le pratiche urbanistiche per le istanze presentate ancora in formato cartaceo, nel previsto periodo transitorio 1 gennaio - 31 marzo 2010. L'atto di indirizzo era stato esitato dalla Giunta del sindaco, giuseppe Buzzanca, il 17 luglio dello scorso anno, con le modalità di presentazione della documentazione in formato digitale per le richieste di concessione edilizia, autorizzazione, Dia, opere interne, valutazione incidenza ecologica, verifica Sic o Zps, conformità, abitabilità, agibilità ed altri atti amministrativi. Approvato poi il progetto obiettivo relativo all'adeguamento dei cimiteri rurali, art. 65 Dpr 285/90, alla vigente normativa in materia di sicurezza Dpr 81/08, autorizzando l'impegno di spesa per un importo di 57.467 euro. E' stato inoltre conferito l'incarico all'ing. Domenico Crinò per il collaudo tecnico-amministrativo finale dei lavori di rifacimento degli impianti elettrici di illuminazione di Palazzo Zanca. Per il settore Politiche Finanziarie la giunta ha preso atto della bozza del regolamento per l'applicazione dell'imposta comunale sulla pubblicità e del diritto sulle pubbliche affissioni, ed ha poi approvato la conferma anche per l'anno 2010 dell'aliquota di compartecipazione dell'addizionale comunale all'IRPEF che ammonta a 0,80 per cento.