Live Sicilia

Dalla Sise alla Seus. Ma la Cgil non ci sta

Emergenza sanitaria,
c'è l'intesa sulle assunzioni


Articolo letto 896 volte

VOTA
0/5
0 voti

assunzioni, seus, sise, Cronaca
E' stata raggiunta l'intesa con i sindacati in ordine alla assunzione del personale che dovrà garantire il buon funzionamento della Seus, la nuova società consortile a capitale pubblico che gestirà il servizio di emergenza urgenza in Sicilia. Le nuove assunzioni avverranno nel pieno rispetto della legislazione vigente anche in termini di garanzia della trasparenza, pubblicità e imparzialità. In sostanza, verrà offerta una opportunità occupazionale al personale attualmente occupato a tempo indeterminato alle dipendenze della Sise che sarà collocato in mobilità all'esito della chiusura, con accordo, delle procedure di mobilità previste dalla legge 223 del 1991. L'assunzione avverrà con orario settimanale di 36 ore e con l'applicazione del contratto nazionale della sanità privata. Oltre al riconoscimento del Tfr i lavoratori della Sise a tempo parziale percepiranno una somma complessiva di 800 euro a titolo di transazione generale con rinuncia ad ogni rivendicazione legata al lavoro pregresso. Ciascun lavoratore dovrà produrre una dichiarazione che attesti l'assenza di condanne penali e carichi pendenti per tutti i reati previsti dalle "direttive in materia di stipula dei contratti" emanate dall'Assessorato alla sanità lo scorso anno nonchè per i reati comunque ostativi all'assunzione. La transazione avverrà entro il 31 marzo 2010. Il documento di intesa è stato firmato dai vertici dell'assessorato regionale, della Seus, della Sise e da Cisl, Uil, Ugl, Fial-Confsal, e Cobas. Non ha firmato la Cgil.