Live Sicilia

IL PROCESSO ALLA SORELLASTRA

La madre di Denise: "Mi aspetto la verità"


Articolo letto 561 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Le brevi
"Da questo processo mi aspetto che si possa arrivare a conoscere la verità'". Lo ha detto Piera Maggio, davanti al tribunale di Marsala poco prima che si aprisse il processo a Jessica Pulizzi, sorellastra di Denise Pipitone la bimba rapita il 1 settembre 2004 a Mazara del Vallo. "Mi aspetto che quanti in questi ultimi 5 anni e mezzo - ha aggiunto la mamma di Denise - non hanno chiarito la loro posizione possano dare un contributo per chiarire qual'é stata la realtà dei fatti". Nel processo Jessica Pulizzi è imputata per concorso in sequestri di minore insieme all'ex fidanzato il tunisino Gaspare Ghaleb che però deve rispondere solo di false dichiarazioni al pm. "Siamo sulla pista giusta - ha osservato Pietra Maggio - e le persone che sono per adesso sotto accusa hanno tanto da chiarire ancora e devono dire la verità. Il tempo trascorso per chiarire i fatti è stato molto lungo". "Questi imputati - ha aggiunto - si sono trincerati dietro i loro diritti però non hanno tenuto in considerazione che questa vicenda riguarda una bambina che quando è scomparsa aveva 4 anni. Parlano di fratellanza e amore ma non si comportano di conseguenza".