Live Sicilia

Regione. Dal blog di Lombardo

Dirigenti, i criteri per le nomine


Articolo letto 828 volte

Nuovi criteri per le nomine dei dirigenti della Regione Siciliana. Sul blog di Raffaele Lombardo, tutte le istruzioni per l'uso.

VOTA
0/5
0 voti

, Cronaca, Dal Palazzo, Politica
Sono stati stabiliti i criteri per il conferimento degli incarichi dirigenziali all’interno del Dipartimento regionale della Funzione pubblica e del personale dell’assessorato delle Autonomie locali e della Funzione pubblica.

Il provvedimento, a firma del dirigente generale, Giovanni Bologna, e frutto della concertazione con le organizzazioni sindacali, sancisce il principio della rotazione degli incarichi per garantire la più efficace ed efficiente utilizzazione delle risorse e per favorire lo sviluppo della professionalità dei dirigenti.

La permanenza nello stesso incarico avrà una durata compresa tra 4 e 6 anni. Quattro i criteri generali individuati per il conferimento. Il nuovo incarico, tranne una valutazione negativa, infatti, dovrà essere almeno equivalente a quello precedente, ovvero la retribuzione non potrà essere inferiore al 10 per cento.

Si dovrà, inoltre, tenere conto della natura e delle caratteristiche degli obiettivi prefissati, delle attitudini e capacità professionali del singolo dirigente, anche in considerazione dei risultati ottenuti in precedenza, nonché delle esperienze di direzione eventualmente maturate all’estero, presso il settore privato o altre amministrazioni pubbliche.

Infine, ultimo criterio, la complessità della struttura interessata. “In questo modo”, ha affermato l’assessore Chinnici, “saranno salvaguardate le professionalità dei dirigenti della Regione, assicurando, quindi, efficacia ed efficienza all’azione amministrativa e garantendo, nel contempo, gli stessi dipendenti”.

“I criteri”, ha aggiunto Giovanni Bologna, “valgono per il dipartimento regionale della Funzione pubblica e del personale, ma possono essere presi come atto di indirizzo anche dai dirigenti generali degli altri dipartimenti. Si tratta di criteri semplici che assicureranno trasparenza e legalità nell’assegnazione dei nuovi incarichi”.

La procedura di conferimento degli incarichi sarà preceduta da una fase di pubblicità in cui i dirigenti di tutti i rami di amministrazione della Regione potranno presentare un’istanza secondo i tempi e le modalità stabilite dal dirigente generale. L’avviso dei posti a disposizione dovrà essere effettuato almeno 15 giorni prima della scadenza del precedente incarico e dovrà restare pubblicato sul sito istituzionale della Regione e nella banca dati del ruolo unico della dirigenza, detenuta presso il dipartimento della Funzione pubblica e del personale, per un periodo minimo di due settimane.

I dirigenti interessati dovranno comunicare la propria disponibilità a ricoprire uno o più incarichi e la valutazione sarà fatta dal dirigente generale. Qualora per lo stesso incarico ci siano più richieste, a parità dei requisiti previsti dal decreto, si terrà conto della maggiore anzianità posseduta nella direzione dell’ufficio che si intende assegnare.

Assicurato anche il principio di pari opportunità fra i dirigenti.

E proprio da qualche giorno è diventato accessibile a tutti i cittadini, sul sito internet del dipartimento della Funzione pubblica e del personale, il ruolo unico dei dirigenti dell’amministrazione regionale.

Una banca dati vera e propria con gli elementi essenziali (anagrafici, titolo di studio e incarico) di ognuno dei 2.011 dirigenti a tempo indeterminato della Regione siciliana.

Il ruolo unico dei dirigenti è stato istituito con la legge 10/2000 sulla riforma dell’amministrazione regionale e il regolamento attuativo del marzo dell’anno successivo aveva previsto che i dati essenziali contenuti fossero pubblici.

Fino ad oggi, però, l’accesso agli atti era consentito solo a chi ne facesse esplicita richiesta. Adesso, invece, chiunque potrà consultare la banca dati online e verificare se, dove e da quando presta servizio un determinato dirigente.