Live Sicilia

Parla Lombardo

"Con Gianfranco Miccichè
nessuna incomprensione"


Articolo letto 485 volte


gianfranco miccichè, pdl, pdl sicilia, raffaele lombardo, Politica
Gianfranco Micciché e Raffaele Lombardo

Gianfranco Micciché e Raffaele Lombardo



"Non mi dispero e non mi dispiaccio di un eventuale ricompattamento tra il Pdl e il Pdl Sicilia. E' giusto che si dialoghi e che si trovino delle intese". Lo ha detto il presidente della Regione siciliana Raffaele Lombardo a margine della conferenza stampa di presentazione della rimodulazione della rete ospedaliera in Sicilia. "Quello che ci tiene uniti al Pdl Sicilia - ha aggiunto - è questa faticosissima volontà di riformare il sistema. Se venisse meno questa volontà verrebbe meno la ragione di continuare a governare insieme".
"Io non divido - ha concluso Lombardo - e non unisco. Mi limito a fare quello di cui mi hanno incaricato i siciliani: essere a capo del governo".

"Il premier non lo chiede sicuramente a me. E' un'ipotesi del terzo tipo e qualunque cosa sarà presa in considerazione solo quando si verificherà", ha detto il presidente della Regione Raffaele Lombardo, rispondendo alla domanda su un possibile ritorno alla vecchia coalizione politica se lo chiedesse il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. "Ho sentito alcuni amici del Pdl Sicilia - ha continuato - esprimere la volontà di impegnarsi in un partito del Sud, un altro pezzo è impegnato a fare qualcosa dentro il Pdl". "Mi hanno invitato - ha concluso - ad una manifestazione in cui lanceranno la 'Generazione Italia'.

"Non ci sono mai state incomprensioni con Gianfranco Micciché. Abbiamo convenuto sul Partito del Sud e su un cammino di riforma".
"Le riforme sono ciò che - ha continuato Lombardo - qualificano questo governo e l'ipotesi del nuovo partito. Alla luce di ciò il rapporto con Micciché non si è mai rotto".

"Il rapporto con tutti quelli che lavorano per riformare il sistema è eccellente. Il Pd in questo senso si è impegnato e sta facendo la sua parte". "L'ingresso del Pd in giunta - ha detto Lombardo - è un'ipotesi che esamineremo quando si presenterà concretamente la questione".