Live Sicilia

ARTE

Frammento del Partenone torna al "Salinas" di Palermo


Articolo letto 1.717 volte

VOTA
0/5
0 voti

antonio salinas, palermo, partenone, Le brevi
Di ritorno da Napoli, è stato portato a Palermo il frammento del fregio del Partenone di Atene, rimasto esposto dal settembre 2008, prima nel vecchio Museo archeologico, in occasione della visita del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, poi nel nuovo museo dell'Acropoli. Il reperto lapideo, di 34 centimetri per 35, è giunto a Palermo custodito in una doppia cassa blindata e sarà restituito al museo archeologico regionale 'Antonino Salinas' di Palermo, dove per oltre un secolo è stato esposto al primo piano nella sala della scultura greca. Si tratta di un frammento del fregio del lato orientale del Partenone, di Fidia, e raffigura un piede di Peitho, la dea della persuasione. Faceva parte della collezione di un diplomatico britannico di nome Fagan. Il fregio, nel 1836, venne ceduto dalla vedova alla regia università di Palermo; poi è confluito nel patrimonio del museo nazionale di Palermo, alla sua istituzione, nella seconda metà del XIX secolo. L'assessore regionale ai Beni culturali, Gaetano Armao, allo scadere della data del prestito al governo greco, ne ha disposto il ritorno, riservandosi di valutare in futuro la possibilità di un prestito a lungo termine, a seguito della sottoscrizione di una convenzione culturale internazionale, in regime di reciprocità, che coinvolgesse anche il governo britannico e gli altri stati che, a tutt'oggi, custodiscono diversi e straordinari frammenti del Partenone, il tempio greco più famoso al mondo. Il fregio sarà fruibile in occasione della prossima riapertura del museo Antonino Salinas.