Il procuratore generale d'Appello della Corte dei Conti, Giovanni Coppola parla di pubblica amministrazione in Sicilia. Dalla riforma dei dipartimenti regionali alla formazione professionale, dalla sanità agli appalti pubblici. Conti alla mano, Coppola dimostra l'inefficienza della macchina burocratica regionale e l'enorme spreco di risorse pubbliche. L'intervista è pubblicata sul numero di S in edicola.