Live Sicilia

Incontro

A tu per tu con Felice Cavallaro
Domani a Villa Filippina


Articolo letto 467 volte

VOTA
0/5
0 voti



Secondo appuntamento, domani venerdì 26 marzo, a partire dalle 09,30 presso Villa Filippina con “A tu per tu”, il ciclo di incontri su temi di pressante attualità quali l’educazione alla legalità e al civismo, la lotta al racket e alla sopraffazione mafiosa promosso per il terzo anno consecutivo dalla Zerotre e dall’Associazione culturale Villa Filippina. Quest’anno il progetto vede particolarmente coinvolti i ragazzi che essendo nati nel 1992, ovvero nell’anno delle Stragi di Capaci e via D’Amelio, nel 2010 compiono diciott’anni. A confrontarsi con la generazione che ha visto la luce nell’anno più buio della lotta a Cosa nostra, ma anche nell’anno che segnò una svolta nelle coscienze dei siciliani e che gettò le basi per un processo di rivolta contro la cultura mafiosa, sarà Felice Cavallaro – inviato del “Corriere della Sera”.

Alla base del confronto tra il giornalista e gli studenti degli Istituti superiori Ipsia E. Medi e G. Salvemini di Palermo, ci sarà il ricordo delle figure di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, del loro impegno contro la mafia, le loro intuizioni investigative, ma anche più in generale i valori di legalità e senso civico che i due magistrati seppero testimoniare fino all’estremo sacrificio. L’eredità di Falcone e Borsellino va tramandata in questo ideale passaggio di testimone alle nuove generazioni di cittadini, chiamati a proseguire sulla strada dell’impegno e del rifiuto della cultura mafiosa partendo proprio dal risveglio delle coscienze che – sulla scia dello sdegno scaturito all’indomani delle vili Stragi del 1992 – portò i siciliani a voltare pagina rispetto ad anni di connivenze, contiguità, rassegnazione. Agrigentino di nascita, Cavallaro segue da vent’anni fatti e misfatti di mafia. La sua attività professionale inizia da giovanissimo sulle pagine per la scuola de “L’Ora” e passa per collaborazioni con Rai, Agenzia Italia e Giornale di Sicilia. Da inviato del “Corriere della Sera” prosegue oggi l’impegno nelle cronache specie sul fronte insidioso che gravita fra politica e giustizia.

Queste le date degli incontri già programmati fino al prossimo mese di maggio:

Venerdì 16 aprile Maria Falcone, presidente della Fondazione Giovanni e Francesca Falcon

Martedì 27 aprile Ivan Lo Bello, presidente di Confindustria Sicilia

Venerdì 7 maggio Vincenzo Paradiso, amministratore unico di Sviluppo Italia Sicilia