Live Sicilia

Nel mirino Carmelo Frisenna di Paternò

Sequestro da 4 milioni
a un ex assessore catanese


Articolo letto 622 volte

VOTA
0/5
0 voti

carmelo frisenna, paternò, Cronaca
Beni per un valore complessivo stimato in 4 milioni di euro, ritenuti riconducibili all'ex assessore ai Servizi sociali del Comune di Paternò, Carmelo Frisenna, 39 anni, sono stati sequestrati dalla Direzione investigativa antimafia di Catania. Frisenna, primo dei non eletti di Forza Italia alle amministrative del paese del Catanese del 2007, è stato arrestato il 27 novembre del 2008 nell'ambito dell'operazione 'Padrini' contro 24 presunti appartenenti alla cosca mafiosa Santapaola-Ercolano. Tra i beni sequestrati della Dia ci sono due società di capitali e una cooperativa del settore della commercializzazione di prodotti ortofrutticoli immobili, terreni, automezzi e disponibilità bancarie. Secondo le accuse mosse dalla Dna e dalla Procura di Catania, che ne chiesero e ottennero l'arresto, Frisenna era ''strutturalmente e organicamente inserito nel clan'' Santapaola-Ercolano e ''rappresentava un avamposto dell'organizzazione all'interno dell'amministrazione comunale''.