Live Sicilia

Il futuro del governatore

Rischia l'arresto?


Articolo letto 672 volte

Scrivono Francesco Viviano e Alessandra Ziniti su Repubblica: "Nel palazzo di giustizia di Catania c'è fibrillazione dopo le anticipazioni pubblicate ieri da "Repubblica" sull'inchiesta che vede indagati per concorso esterno in associazione mafiosa il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, leader del Movimento per l'Autonomia e suo fratello Angelo, deputato nazionale.


indagini, mafia, prpcura d'agata, raffaele lombardo, Cronaca, Politica
Scrivono Francesco Viviano e Alessandra Ziniti  su Repubblica: "Nel palazzo di giustizia di Catania c'è fibrillazione dopo le anticipazioni pubblicate ieri da "Repubblica" sull'inchiesta che vede indagati per concorso esterno in associazione mafiosa il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, leader del Movimento per l'Autonomia e suo fratello Angelo, deputato nazionale. Notizie arrivate proprio nei giorni in cui i magistrati del pool cui è stata affidata l'inchiesta, l'aggiunto Giuseppe Gennaro e i sostituti Agata Santonocito, Iole Boscarino e Antonino Fanara, che da due anni in gran segreto hanno raccolto prove e riscontri sulle presunte connivenze dei due uomini politici accusati anche da collaboratori di giustizia, stanno lavorando alla richiesta di ordine di custodia cautelare nei confronti dei fratelli Lombardo da passare alla firma del procuratore Vincenzo D'Agata prima di essere sottoposta al vaglio dell'ufficio del Gip".

La notizia era già rimbalzata ieri come indiscrezione. E l'articolo di "Repubblica" aggiunge sostanza all'indiscrezione secondo cui il presidente della Regione, indagato a Catania, potrebbe rischiare l'arresto. Al momento si tratta di un'eventualità remota. Ove si concretizzasse, sarebbe l'ennesimo tsunami sulla politica regionale.