Live Sicilia

Economia

Finanziamenti a piccole e medie imprese
C'è l'accordo tra Bds e Confesercenti


Articolo letto 572 volte

VOTA
0/5
0 voti

accordo, bds, confesercenti, impresa, palermo, Economia
Banco di Sicilia (Unicredit Group), Conferesercenti e Co.Svi.G. (consorzio sviluppo delle garanzie) hanno firmato un accordo, nella sede della direzione generale del BdS a Palermo, che amplia la gamma dei finanziamenti per le piccole e medie imprese da attivare con l'accesso al Fondo centrale di garanzia, previsto dalla legge 662 del 1996. "L'accordo - ha detto l'amministratore delegato del Banco di Sicilia, Roberto Bertola - risponde all'esigenza delle aziende strutturalmente sane di essere supportate nella ripresa con una più ampia gamma di strumenti creditizi e con un plafond dedicato, pari a 30 milioni di euro". L'offerta del BdS alle pmi associate a Confesercenti comprende i finanziamenti per investimenti materiali e immateriali, quelli per ricostituzione di magazzino, i mutui di liquidità, il consolidamento di passività, i finanziamenti per la ricapitalizzazione aziendale, l'apertura di credito in conto corrente e l'anticipo scorte. "E' la dimostrazione - ha aggiunto Bertola - che la nostra banca vuole confermarsi, anche in questo modo, la banca del
territorio". Per il direttore di Confesercenti Sicilia, Salvatore Curatolo, questo accordo "permette alle piccole e medie
imprese, quelle che in questa fase risentono di più delle difficoltà economiche, di accedere al credito e significa dar
loro fiducia e soprattutto risorse finanziarie necessarie per uscire da questo momento di crisi e crescere". "In base alla
convenzione - ha sostenuto il vice presidente nazionale di Confesercenti, Giovanni Felice - le imprese socie potranno
accedere a una vasta gamma di prodotti che prevedono finanziamenti sia a breve che a medio-lungo termine usufruendo
della garanzia prestata da Mediocredito Centrale, tramite CO.SVI.G. Sul finanziamento richiesto potrà essere concessa una garanzia per un ammontare pari all'80%".