Live Sicilia

MAFIA

Un assolto e pene ridotte in appello a clan palermitani


Articolo letto 769 volte

VOTA
0/5
0 voti

mafia, noce, palermo, paso di rigano, Le brevi
La corte d'appello di Palermo ha parzialmente riformato la sentenza del processo al clan alle cosche mafiose palermitane di Passo di Rigano e Torretta. I giudici hanno assolto Rosario Mignano in primo grado condannato a 5 anni. Lievi riduzioni di pena sono state riconosciute a Salvatore Ferranti (due anni e 10 mesi), Pietro La Barbera (2 anni) Matteo La Barbera (3 anni e 4 mesi) e Stefano Mannino (5 anni e 4 mesi). Gli imputati erano accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa, estorsione e traffico d'armi. La corte ha confermato, invece, le condanne di Calogero Mannino (sette anni), Calogero Caruso e Pierino Di Napoli, boss del quartiere Malaspina, considerato anche il reggente del mandamento della Noce, e Giovanni Sirchia (entrambi avevano avuto sei anni e tre mesi).