Live Sicilia

Ieri Berlusconi: "Palermo come Napoli"

Cracolici: "La colpa è di Cammarata
Troppi gli interessi sugli inceneritori"


Articolo letto 522 volte

VOTA
0/5
0 voti

berlusconi, cracolici, inceneritori, rifiuti, Cronaca
"L'intervento in prima persona di Berlusconi la dice lunga su quanto siano alti gli interessi che ruotano attorno alla realizzazione degli inceneritori in Sicilia. Impianti che non dovevano servire a risolvere il problema dei rifiuti quanto, piuttosto, a mettere in piedi un business colossale per Cosa nostra e per pezzi della politica, come ha rilevato la stessa commissione parlamentare di inchiesta". Lo dice Antonello Cracolici, presidente del gruppo parlamentare del Pd all'Ars. "La drammatica emergenza di Palermo è stata costruita con dolo - aggiunge - e adesso la si vuole sfruttare per giustificare, con procedure d'emergenza, quegli stessi inceneritori che il parlamento siciliano ha cancellato con una riforma che prevede che i rifiuti possano essere smaltiti con la differenziata o riutilizzati, in parte, per produrre energia". "Se Berlusconi vuole interessarsi a quello che accade a Palermo - conclude - deve ricordare che il responsabile di questo disastro è il sindaco di Palermo, Diego Cammarata, che ha trasformato la città in una pattumiera a cielo aperto ed ha portato al collasso la principale discarica della Sicilia".