Live Sicilia

L'appello del presidente della Regione

Lombardo: "Non limitare
l'uso delle intercettazioni"


Articolo letto 732 volte

VOTA
0/5
0 voti

appello, intercettazioni, presidente, raffaele lombardo, Cronaca

Raffaele Lombardo



"Alla vigilia della commemorazione dei giudici Giovanni Falcone e Francesca Morvillo e degli agenti della scorta, mi permetto di rivolgere un appello, da presidente della Regione siciliana, al governo nazionale, ai parlamentari siciliani e meridionali, a tutto il Parlamento e a tutte le forze politiche, a cominciare dal Movimento per l'autonomia che ho contribuito a fondare, affinché non si pongano limitazioni alle intercettazioni telefoniche". Lo scrive in una nota il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo. Per il governatore le intercettazioni si sono rivelate "prezioso e insostituibile, spesso decisivo, strumento di lotta alla mafia e alle varie forme di criminalità organizzata che affliggono in particolare il mezzogiorno d'Italia". "Il ddl oggi in discussione al Senato - conclude - mette a rischio indagini e libertà di informazione. Credo che cambiare strada sia ragionevole, opportuno, necessario".