Raffaele Lombardo, presidente della Regione Siciliana, parla delle possibili connessioni tra le cosche mafiose e le aziende che si occupano della realizzazione dei termovalorizzatori