Live Sicilia

Olio Gallo Palermo ad un passo dalla B d'Eccellenza


Articolo letto 650 volte

VOTA
0/5
0 voti

basket, olio gallo palermo, Sport, Zapping
Olio Gallo Palermo ad un passo dalla B Eccellenza, dopo la netta vittoria 72-31 ai danni del Centro Basket Olmedo maturata nella serata di sabato al Palauditore: un successo di sorprendenti dimensioni considerato che dopo la prima metà le palermitane erano avanti di appena 2 punti.

Rispetto allo spareggio con Castellammare di Stabia, coach Riva decide di rilanciare in quintetto Trevisano, ancora alle prese con problemi fisici che non le permettono di rendere all’eccellente livello visto durante la stagione.

Dopo una prima fase “di studio” con diversi errori da ambo le parti, l’Olio Gallo allunga nel finale del primo quarto sfruttando la buona vena offensiva di Scrima e i punti della venendo dalla panchina della capitana Vigilante (per lei sarà serata da top scorer con 19 punti all’attivo).

Dopo il 15-8 dei primi 10’ le padrone di casa continuano a tenere sotto controllo la partita e i 7 punti di vantaggio racimolati: pian piano però la mancanza di killer instict in casa palermitana viene punita dal rientro di Olmedo, guidata da una produttiva Pirisi. Il punteggio con cui si chiude la prima metà di gara, 23-21, non fa sorridere le ragazze di coach Riva, un po’ pigre e con poco mordente nella prima frazione.

Non a caso al ritorno in campo le campionesse sarde concludono la rimonta impattando sul 27 pari: ma è proprio a questo punto che inizia lo show targato Olio Gallo. La squadra palermitana gioca con una difesa più aggressiva, con un eccellente lavoro in anticipo su ogni passaggio sfruttando la rapidità di razzenti esterne come Scrima e Bonnì (che combinano per 11 palle recuperate complessive).

Arriva così il parziale di 17-0 che chiude la partita: dapprima le veterane Dominici e Giordani firmano l’allungo, poi completano il lavoro Vigilante e Bonnì spalleggiate dalla solita Corrao puntuale in difesa e presente in attacco.

Il periodo finale parte da un confortante 44-28, ma non basta: c’è da conquistare sempre più punti di scarto per affrontare con meno pressione la trasferta in Sardegna. Le campionesse del girone siculo-calabro non deludono le attese, dilangando con una prestazione collettiva d’alto livello: gli ultimi 10’ fanno registrare un parziale mostruoso di 28-3 che porta al +41 finale e fa riflettere le avversarie sarde, capaci di collezionare appena un canestro dal campo (Dore nei minuti finali di gara) in oltre 17’ di basket giocato.

Troppo poco per contrastare l’eccezionale furia agonistica dell’Olio Gallo, che ora può sognare una meritata promozione attesa un anno.