Live Sicilia

GIOVANI

Unioncamere Sicilia e scuola, insieme per promuovere l’imprenditorialità


Articolo letto 652 volte

VOTA
0/5
0 voti

formazione, palermo, progetto, scuola, sicilia, unioncamere sicilia, Le brevi
Ventisette studenti di nove scuole superiori siciliane sono stati premiati nell’ambito del progetto sullo sviluppo dell’imprenditoria locale, promosso da Unioncamere Sicilia. I riconoscimenti (una borsa di studio da 500 euro per ciascuno allievo) sono stati consegnati stamattina a Palermo, a Villa Malfitano, dal presidente di Unioncamere Sicilia, Giuseppe Pace. Gli studenti che hanno partecipato al concorso, giunto quest’anno alla seconda edizione, hanno presentato un’idea imprenditoriale e i relativi piani da sviluppare per valorizzare le risorse esistenti sul territorio.
«L’obiettivo dell’iniziativa», ha dichiarato il presidente di Unioncamere Sicilia, Giuseppe Pace, «è quello di far entrare la cultura di imprese nelle scuole. Le nuove generazioni rappresentano il futuro. Dobbiamo investire oggi su di loro per avere domani una società migliore.
I vincitori del concorso sono gli studenti dell’istituto tecnico commerciale e per geometri “Luigi Pirandello” di Canicattì (Gaetano Cutaia), l’istituto tecnico commerciale e per geometri “Mario Rapisardi” di Caltanissetta (Iolanda D’Anca), l’istituto tecnico commerciale e per geometri “Benedetto Radice” di Bronte, Monica Caruso, Maria Chiara Lo Vecchio, Simone Meli, Graziella Milazzotto, Valeria Ponzo), l’istituto tecnico commerciale e per geometri “Alessandro Volta” di Nicosia (Maria Grazia Ruberto, Chiara Lo Votrico, Maria Anello, Michela Rampulla, Angelica Seminara), il Centro educativo Ignaziano di Palermo (Maria Giulia Callari, Martina Porcelli, Marika Corrao), l’istituto statale d’arte “Salvatore Fiume” di Comiso (Roberta Pace, Enrica Bellassai), l’istituto tecnico nautico “Gaetano Arezzo della Targia” di Siracusa (Micheal Schiavone, Francesco Grassidonio), l’istituto di istruzione secondaria superiore “Gian Giacomo Adria” di Mazara del Vallo (Ammari Khaoula, Imen Ben Kamla e Rossella Sgaraglino) e l’istituto di istruzione superiore “Antonello” di Messina (Antonio Romeo, Paolo Morabito, Alessandro Mondello, Maria Ruggeri e Gianluca Gimeli).