Live Sicilia

CULTURA

Accordo Sicilia-Metropolitan Museum di New York


Articolo letto 645 volte

VOTA
0/5
0 voti

armao, arte, cultura, metropolitan museum new york, museo, Le brevi
Raggiunta l'intesa per la collaborazione tra l'Assessorato dei Beni Culturali e dell'Identita' siciliana e il Metropolitan Museum (MET) di New York. Nell'incontro tenutosi a New York tra l'assessore Gaetano Armao e il direttore del MET, Thomas P. Campbell, e' stata definita l'intesa per la realizzazione di un articolato accordo culturale. L'accordo, che le parti stanno definendo nei dettagli, verra' stipulato il 6 ottobre a Palermo. Con l'occasione del rientro degli argenti di Morgantina - esposti in una mostra di grande successo al Museo Salinas - e dell'imminente arrivo dei Musici di Caravaggio al Museo Abatellis, verranno realizzate mostre congiunte, scambi di opere e di collezioni, accoglienza reciproca di studiosi e giovani ricercatori, assistenza in Sicilia per iniziative degli amici del MET (oltre 180.000). L'intesa si iscrive nell'azione di internazionalizzazione avviata dall'Assessorato e che vede gia' concluso l'accordo con il Getty Museum (che espone il cratere di Gela e che inviera' a gennaio l'Afrodite di Morgantina), la presenza dei ritratti marmorei al British Museum di Londra e la lapide quadrilingue ad Istanbul, capitale europea della cultura 2010, con l'intento di attrarre visitatori in Sicilia. Si suggella cosi', ed e' il primo rapporto che viene riconosciuto dal piu' importante museo americano (il secondo al mondo per numero di visitatori), una collaborazione che consentira' di accrescere e qualificare la presenza culturale della Sicilia negli Stati Uniti. L'esposizione di una prima serie di reperti siciliani sara' accompagnata dall'utilizzazione del codice QR (quick response), una novita' anche per il museo americano, che consentira' agli oltre 30000 visitatori giornalieri di agganciarsi non solo a piu' diffuse notizie sul patrimonio culturale, ma anche sulla Sicilia e le sue opportunita' turistiche ed eno - gastronomiche. "Va rilanciata, partendo dalle piu' grandi istituzioni museali al mondo, la presenza culturale della Sicilia, rivolgendosi cosi' al target alto di utenza turistica - ha affermato Armao - il percorso avviato ha trovato sinora interlocutori qualificati ed interessati alle potenzialita' del nostro straordinario patrimonio culturale". Prossime tappe saranno il Louvre di Parigi e l'Hermitage di San Pietroburgo, comunica Armao che prosegue "Proprio oggi ho avuto la disponibilita' a sostenere l'apertura di un negoziato da parte dell'Ambasciatore francese presente a Palermo mentre all'Hermitage la Sicilia aprira' l'anno dell'amicizia Italo-russa che si terra' nel 2011'.