Live Sicilia

Il blitz di Palermo

Il quartier generale dei boss
nella rimessa di barche


Articolo letto 679 volte

VOTA
0/5
0 voti

antonio di giovanni, arresti, boss, quartier generale, Cronaca
Avevano scelto la sede di un'attività di rimessa e servizi per barche - la "Di Giovanni servizi nautici" - nel porticciolo dell'Acquasanta di Palermo, come sede dei summit mafiosi. Lì Antonino Di Giovanni, nuovo capo della cosca, e il suo braccio destro Francesco Lo Cicero, pianificavano affari e progettavano alleanze con gli esponenti mafiosi dei quartieri occidentali della città. E' uno dei particolari emersi dall'operazione congiunta della Dia, dei carabinieri e della polizia, denominata "nuove alleanze", che oggi ha portato al fermo di 9 presunti boss e prestanomi. Anche i capimafia di S. Lorenzo, come Giuseppe Biondino, nipote di Salvatore, e uomo di fiducia di Totò Riina, avevano scelto come luogo di incontro un posto insospettabile: il bar Noir di cui Biondino era titolare.