Live Sicilia

VENTURI

Un tavolo comune per salvare la fiera


Articolo letto 773 volte

VOTA
0/5
0 voti

fiera mediterraneo, tavolo tecnico, Dal Palazzo, Le brevi
E' stato costituito questo pomeriggio il tavolo tecnico che si dovra' occupare della vicenda relativa alla Fiera del Mediterraneo di Palermo. Del tavolo tecnico faranno parte funzionari e dirigenti dell'assessorato comunale di Palermo al Patrimonio e alle Attivita' Produttive, della Camera di Commercio del capoluogo e dell'assessorato regionale alle Attivita' Produttive.

E' stato deciso oggi nel corso di una riunione, convocata dall'assessore regionale alle Attivita' Produttive, Marco Venturi alla quale hanno partecipato l'assessore al Patrimonio del Comune di Palermo, Giovanni Di Giovanni, Vincenzo Genco della Camera di Commercio, Gioacchino Mistretta, commissario straordinario dell'Ente Fiera del Mediterraneo.

"Il Comune ha dato la sua disponibilita' a rilasciare una concessione a lungo termine - ha detto Venturi - per la gestione dell'area. Fatti salvi alcuni punti che, prima dell'emissione del bando internazionale per affidare la gestione a privati, dovranno essere chiariti. Come, ad esempio, l'entita' del canone da pagare per l'utilizzo delle aree".

E' stato deciso di indire una riunione tecnica ristretta, entro il 20 luglio (la data precisa non e' stata ancora stabilita). Entro questo termine il comune produrra' gli atti di proprieta' delle aree e gli studi di valutazione di tipo economico finanziario.

"In accordo con il commissario - ha aggiunto Venturi - attiveremo tutte le procedure per mantenere il 'patentino' di fiera campionaria internazionale chiedendo una deroga al calendario delle campionarie. La Fiera di Palermo era prevista in luglio, chiederemo di potere organizzarne una, internazionale, entro dicembre 2010".

Infine presso l'assessorato regionale Attivita' Produttive, verra' realizzato un "ufficio distaccato dell'Ente Fiera del Mediterraneo di Palermo": "stiamo lavorando con il direttore generale Vernuccio - ha concluso Venturi - per individuare 3 o 4 ambienti presso la nostra sede in cui ospitare gran parte del personale della Fiera. Una decisione presa per mantenere la dignita' dei lavoratori".

La Protezione Civile Regionale, su richiesta del commissario straordinario, mettera' a disposizione un gruppo elettrogeno grazie al quale sara' possibile attivare gli impianti elettrici negli uffici della Fiera, consentendo una parziale attivita' amministrativa.