Live Sicilia

Il sindaco

Cammarata: "Estirpare la mala pianta del pizzo"


Articolo letto 756 volte

VOTA
0/5
0 voti

arresti, blitz, cammarata, cosa nostra, eleio, mafia, sindaco, Cronaca
"Il nuovo colpo inferto dalle forze dell'ordine alla mafia, e in particolare al mandamento di Porta Nuova, dimostra la capacità e la volontà dello Stato e delle istituzioni tutte di opporsi efficacemente alle organizzazioni criminali. La gestione del pizzo in città è un fenomeno macroscopico che ha fortemente afflitto e condizionato il settore della produzione e del commercio e che ancora adesso, purtroppo, è particolarmente significativo". Lo afferma il sindaco di Palermo, Diego Cammarata, commentando l'operazione dei carabinieri che ha portato all'emissione di 15 fermi. "Gli arresti eseguiti questa notte, che seguono i molti altri effettuati negli ultimi mesi da polizia e carabinieri, contribuiscono a scardinare un sistema - aggiunge - che vive anche dell'omertà, della paura, del silenzio. A tutto questo dobbiamo opporci, con coraggio e determinazione, perché anche a Palermo la mala pianta del pizzo venga definitivamente estirpata, privando così la mafia di una delle attività ancora oggi più redditizie". "Ai carabinieri - conclude - guidati dal comandante Teo Luzi, che hanno effettuato tutte le indagini e oggi gli arresti, voglio rivolgere, da cittadino e da sindaco, le più vive congratulazioni e il più caloroso ringraziamento".