Live Sicilia

L'arcivescovo: "60 mila partenze dalla Sicilia"

Romeo lancia l'allarme emigrazione
Al Sud "politici inadeguati"


Articolo letto 776 volte

VOTA
0/5
0 voti

arcivescovo palermo, emigrazione, mezzogiorno, paolo romeo, Cronaca
L'emigrazione verso il Nord è ripresa alla grande. L'allarme è stato lanciato da Paolo Romeo, arcivescovo di Palermo. "Solo in Sicilia si parla di 60 mila persone che sono andate in altre città per cercare lavoro" dice Romeo che sottolinea come il fenomeno sia connesso ai lunghi periodi di precariato a cui sono sottoposti anche infermieri, medici, metalmeccanici. "Noi li vediamo ogni giorno - continua Romeo - vengono genitori che dicono mio figlio parte. Nelle nostre zone non c'è avvenire. Solo nell'area di Palermo, ad esempio ha chiuso la Fiat e l'Italtel. Ed è ovvio che chi si è specializzato in metalmeccanica difficilmente troverà alternative. La Fiat si arrende, ma non perché costa cara la produzione, ma perché non ci sono le infrastrutture e su questo siamo fermi da vent'anni". Per l'arcivescovo la colpa è della "nostra classe politica, inadeguata anche per conseguenze del passato".