Live Sicilia

ANTIRACKET

A Palermo, anche i bambini in campo contro il pizzo


Articolo letto 558 volte

VOTA
0/5
0 voti

addipizzo, palermo, sicilia, Le brevi
Anche i più piccoli in campo contro il pizzo. Si è svolta ieri a Palermo, presso il bar ''Pausakaffe'''di via Boris Giuliano, il Merendaperitivo di consumo critico, la manifestazione promossa dal Comitato Addiopizzojunior attuata ogni due mesi presso pub, bar o caffè presenti nella lista pizzo-free. L'iniziativa ''Pago chi non paga'' ha l'obiettivo di sostenere e far conoscere gli esercizi inseriti nell'elenco dei commercianti che non pagano il pizzo. Il comitato Addiopizzo junior è formato da ex alunni della scuola elementare Palagonia, che all'età di otto anni hanno cominciato a seguire il progetto ''Addio pizzo scuola'' con la loro insegnante Anna Maria Santoro, che fa parte del comitato Addiopizzo ed è la referente del progetto per le scuole. All'inizio della quinta elementare, dopo il lavoro svolto nei due anni precedenti, con la partecipazione a incontri e dibattiti sui temi della lotta alle estorsioni, è nata l'idea di dar vita a un ''Comitato addiopizzo Junior'' che potesse, nel suo piccolo fare attivita' antimafia. I bambini hanno cosi' cominciato a raccogliere adesioni dei cittadini al consumo critico, a partecipare a manifestazioni antimafia, a promuovere iniziative come ad esempio un volantino da loro ideato per convincere i commercianti a non pagare il pizzo e a denunciare eventuali estorsori. Proprio da questa attivita' di sensibilizzazione svolta dai bambini e' nata la denuncia del padre di uno di loro che ha trovato la forza e il coraggio di assicurare alla giustizia i propri estorsori.