Live Sicilia

Anas

Autostrade più care per i siciliani


Articolo letto 519 volte

VOTA
0/5
0 voti

autostrade, buonfornello, san gregorio, sicilia, tariffe, Cronaca
Nuove tariffe di pedaggio dall’1 luglio 2010. Gli importi delle autostrade Messina-Palermo e Messina-Catania sono stati ritoccati per effetto dell’entrata in vigore delle “misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica” (art. 15 del Decreto Legge 78 del 31 maggio 2010). Secondo lo schema, le maggiorazioni tariffarie sono state così quantificate: 1 millesimo di euro a chilometro per le classi di pedaggio A (auto e moto di qualsiasi cilindrata con 2 assi) e B (furgoni e camion con 2 assi); 3 millesimi di euro a chilometro per le classi 3,4 e 5 (tutti gli automezzi con 3 e più assi).

Gli aumenti sono stati determinati con riferimento alla percorrenza chilometrica e saranno riscossi presso tutti i caselli della Messina-Palermo e della Messina-Catania. A questi bisogna aggiungere un ulteriore sovraprezzo che gli utenti dovranno pagare – fino al 31 dicembre 2011 – ai soli caselli di Buorfornello (autostrada Messina-Palermo) e San Gregorio (autostrada Messina-Catania) pari a: un euro per le classi di pedaggio A e B, due euro per le classi di pedaggio 3,4,e 5.

Le maggiorazioni – che non potranno comunque comportare un incremento superiore al 25% del pedaggio dovuto - sono destinate all’Anas al finanziamento delle grandi opere infrastrutturali del Paese e saranno conguagliate sui contributi annui dovuti dallo Stato all’Anas per investimenti relativi a opere e interventi di manutenzione straordinaria anche in corso di esecuzione.