Live Sicilia

La ricetta di Daverio per il Festino

"Ci salverà l'energia della gente
In futuro una fondazione"


Articolo letto 652 volte

VOTA
0/5
0 voti

festino, Philippe Daverio, regione, Cronaca

Philippe Daverio



"L'unica cosa sulla quale possiamo contare è l'energia della gente, dobbiamo coinvolgere i palermitani. In futuro, però, penserò ad affidare l'organizzazione del Festino di Santa Rosalia a un ente esterno, una fondazione creata ad hoc". Lo ha detto Philippe Daverio, direttore artistico del Festino 2010, durante la presentazione dell'evento, nel teatro Montevergini di Palermo. "Questo Festino - ha aggiunto - passerà alla storia come una manifestazione che dia modo a Palermo di ripensare a se stessa. Bisognerà avere il coraggio di rimboccarsi le maniche, visto il periodo di grande crisi. Il Festino costerà circa 200 mila euro che, in assenza di un bilancio approvato, verrano prelevati dai fondi personali del sindaco". Il sindaco Diego Cammarata non ha partecipato alla presentazione del programma delle manifestazioni per il Festino dedicato alla patrona della città.

Dunque, anche quest'anno, per le vie di Palermo, andrà in scena un Festino in tono minore, parsimonioso, essenziale. Le celebrazioni dedicate a Santa Rosalia, patrona della città, costeranno solo 200 mila euro, "una cifra ben lontana dai milioni spesi fino a qualche anno fa", ha precisato il direttore artistico Philippe Daverio. "Sarà il festino dei palermitani - ha precisato ancora Daverio, nel corso della presentazione - che costerà 8 volte meno di vent'anni fa. Se il Consiglio comunale avesse fatto meglio il proprio mestiere avrebbe votato il bilancio, invece non lo ha fatto". Per il Festino 2010 verrà utilizzato materiale riciclato, la particolarità sta nel fatto che la statua della 'Santuzza' sarà in vetro: una scultura fabbricata a Murano e alta 235 centimetri".