Live Sicilia

Tirrenia

Le parti sociali incontrano il ministro
Il 14 gennaio sciopero di 24 ore


Articolo letto 962 volte

VOTA
0/5
0 voti

scioperlo, tirrenia, trasporti, uil, Economia
La Uiltrasporti riconferma lo sciopero di 24 ore del 14 gennaio di tutti i lavoratori Tirrenia. Lo sottolinea il segretario generale del sindacato Giuseppe Caronia, ricordando che mercoledì le parti sono convocate al Ministero del lavoro per discutere della procedura di cassa integrazione avviata dal commissario straordinario.
"Il 5 gennaio tutte le organizzazioni sindacali presenti in Tirrenia sono state convocate, in orari diversi, presso il Ministero del Lavoro per l'espletamento della procedura di  cassa integrazione guadagni straordinaria e di integrazione
salariale", ricorda Caronia, sottolineando che "la scelta fatta dal Ministero di attivare tavoli separati non ci sembra, almeno limitatamente all'argomento in questione, la migliore in quanto la drammaticità della situazione occupazionale che sta colpendo la vasta platea dei marittimi in turno particolare impone, a nostro avviso, una immediata e contestuale assunzione di responsabilità di tutti quanti hanno titolo a rappresentare i lavoratori".
In questo ambito, la Uiltrasporti, ribadisce Caronia, è pronta a "sottoscrivere, ferma restando la nostra richiesta di immissione in continuità del rapporto di lavoro di quanti ne hanno contrattualmente maturato il diritto, un accordo che
estenda la cassa integrazione all'intera forza lavoro della quale fanno parte i lavoratori, oltre che in regolamento organico e in continuità del rapporto di lavoro, anche quelli  in turno particolare".
Riconfermando quindi lo sciopero, la Uiltrasporti precisa che la motivazione dello stop è di "sostenere la reiterata
richiesta di incontro avanzata da tutto il sindacato al Governo, il quale non può più sottrarsi al confronto sulla sorte
dell'ex Gruppo Tirrenia, la cui  procurata agonia in un modo o nell'altro dovrà obbligatoriamente cessare nel corso del
2011".