Live Sicilia

Torna la serie A

Palermo, esame blucerchiato
Il Catania ci prova all'Olimpico


Articolo letto 563 volte

VOTA
0/5
0 voti

Non definitela rivincita. Per lui, Delio Rossi, la partita di oggi con la Sampdoria è solo una gara da tre punti, una partita che può slanciare i rosanero verso la top class della classifica. Quel 9 maggio è lontano, quella data fa ancora male, e fa ancora più male a Fabrizio Miccoli, la cui opera è rimasta incompiuta. Oggi il Romario del Salento torna ad affrontare i blucerchiati, con la stessa voglia e determinazione di quello spareggio Champions che andò male e che premiò forse la formazione più costante. Ma ormai è storia passata. Il presente ci dice che il Palermo ha bisogno di un tuffo nel mercato di riparazione, soprattutto sul fronte offensivo. È strano a dirlo in virtù dei tanti gol segnati dagli uomini di Rossi, ma le assenze di Pinilla ed Hernandez impongono questo. I due Sudamericani, infatti, resteranno fuori ancora per un po’ di tempo. Tanti i nomi che girano: Pozzi, Marilungo, Floro Flores, adesso anche Gonzalez del Novara; la realtà è che in rosa resterà Massimo Maccarone dato per sicuro partente fino a dieci giorni fa. Anche questo è calcio.

Ma andiamo alla gara di oggi pomeriggio. Rossi ha un unico dubbio: Goian o Munoz? Per rigor di logica, in virtù delle ultime opache prestazioni del rumeno, dovrebbe andare in campo l’argentino, ma spetta al tecnico rosanero decidere. Per il resto tutto confermato con Sirigu tra i pali; difesa a quattro con Cassani a destra, Balzaretti a sinistra e Bovo assieme a Munoz e Goian. A centrocampo Nocerino e Migliaccio scorteranno Bacinovic; in avanti il solito trio fantasia Ilicic, Pastore e Miccoli. In panchina ci saranno anche gli ultimi due arrivati: Kurtic e Andelkovic. Di Carlo recupera Gastaldello e in avanti si affida alla coppia Pazzini-Marilungo. Macheda naturalmente e per fortuna non ci sarà. Al Barbera attesi circa 20 mila spettatori, fischio d’inizio alle 15, arbitra Celi di Campobasso. La befana nella scorsa stagione regalò un pari a Marassi, si spera che almeno quest’anno la calza rosanero sia un po’ più “dolce”…

Intanto, anche il Catania avrà da affrontare una prova mica male con la Roma all'Olimpico. Giampaolo lancia il guanto di sfida e recupera Mascara: "A Roma dovremo essere audaci. Ce la giocheremo a viso aperto".