Live Sicilia

Le reazioni

Lupo: "Serve lavoro vero,
non assistenzialismo"


Articolo letto 904 volte

VOTA
0/5
0 voti

andrea piraino, bando stagisti, giuseppe lupo, pd, raffaele lombardo, Palermo, Politica
“In Lombardia la disoccupazione è al 6%, se ci sono 100 ex detenuti posso essere reinseriti nel tessuto produttivo, non creano alcuno scandalo”. Ma in Sicilia è diverso. E a dirlo è Giuseppe Lupo, segretario regionale del partito Democratico, che in un'intervista a La Sicilia confessa le sue perplessità sul bando regionale per stagisti appena congelato. “In un periodo di crisi – si chiede Lupo – cosa vanno a fare nelle imprese questi stagisti?”.

“La Sicilia – aggiunge – ha bisogno di lavoro vero e non di assistenzialismo”. Non a caso, Lupo approfitta per rilanciare la legge sul credito d'imposta per l'occupazione, fortemente voluta dal Pd, approvata dall'Aula e successivamente impugnata dal commissario dello Stato. “Le difficoltà palesate dal commissario – spiega Lupo – sono state superate. C'è una buona legge che si può applicare e non si applica”. Insomma, Lupo ritorna sul tema dell'immobilismo, rispetto al quale il Pd critica sempre più fortemente la lentezza del governo.

Ma c'è anche un altro dato: proprio il segretario regionale, espressione dell'area più cattolica del partito, si esprime criticamene sul parere favorevole più volte avanzato dalla Caritas proprio rispetto alla questione del bando per gli stagisti. “La Caritas o la onlus di una parrocchia che titolo hanno per effettuare la selezione? Mi chiedo per quale motivo debba essere una intermediazione cattolica. Penso che sarebbe più opportuno un rapporto diretto con le imprese”.

L'ultimo nodo affrontato da Lupo è più prettamente politico e riguarda i rapporti con l'Udc (il bando nasce su proposta di Andrea Piraino, assessore tecnico espressione dei centristi di Casini). “Abbiamo registrato negativamente gli attacchi di D'Alia, fuori misura e immotivati – prosegue Lupo – D'Alia forse dimentica che non è tutta da buttare la formazione professionale e ignora le proteste dei salesiani. L'Udc inoltre deve chiarire il suo rapporto con il governo Lombardo, non possiamo sopportare che mentre si vota l'esercizio provvisorio esca dall'Aula”.

Una rottura? Assolutamente no, al contrario la conclusione di Lupo è inequivocabile: “Il Pd, in Sicilia, intende rafforzare l'alleanza col terzo polo”.