Live Sicilia

Intervista a Live Sicilia

Torna l'Orlando furioso:
"Questo Pd perde la faccia"


Articolo letto 778 volte

VOTA
0/5
0 voti

fabio giambrone, italia dei valori, leoluca orlando, pd, raffaele lombardo, regione, sicilia, Politica
“Riteniamo che questo Pd non abbia tradito soltanto i suoi elettori, ma l'intero elettorato di centrosinistra, che aveva creduto in una proposta politica alternativa sia a Cuffaro che a Lombardo”. Così il portavoce nazionale di Italia dei Valori Leoluca Orlando ha rilanciato questo pomeriggio la proposta di referendum tra gli elettori del centrosinistra, per la quale è già stata scelta una data, come anticipato in una sua nota su facebook. Orlando, a Palermo per tenere la prima lezione del corso di formazione politica organizzato dal comitato provinciale di Idv, ha sottolineato a Live Sicilia i motivi di una scelta, quella del referendum, senza la quale “non si costruisce alternativa”.

“Leggiamo sempre più spesso di consultazioni interne al partito democratico, ma quella del sostegno al governo Lombardo non è una questione che riguarda esclusivamente il Pd, ma che al contrario coinvolge tutto il centrosinistra. Non guardando in prospettiva, non si costruisce alcuna alternativa. Con quale faccia il Pd si presenterà alle elezioni? Per questo abbiamo scelto, nell'ultimo fine settimana di febbraio, di dare appuntamento a tutto l'elettorato di sinistra in tutte le piazze dell'Isola. Il 'caso Caltagirone' è diventato l'emblema della violenza che la dirigenza del partito ha rivolto nei confronti della sua stessa base”.

Sull'acceso dibattito in tema di candidature a sindaco e primarie cittadine, Orlando ha ammesso di tenere alta l'attenzione, ma non si sbilancia: “Seguo con moltissima passione la vicenda politica palermitana, ma ad oggi sbaglierei se dicessi che sono candidato e sbaglierei altrettanto se dicessi che non lo sono”.

E ancora, più volte si era accennato a un'ipotesi di tandem elettorale tra l'ex sindaco di Palermo e il giovane consigliere comunale Fabrizio Ferrandelli, ma a questo proposito Orlando ha risposto con un ermetico e al tempo stesso esaustivo: “Il tempo non è questo”. Dunque fiducia confermata a Ferrandelli ma per il consigliere si guarda, forse, ad altri obiettivi politici al momento.

Sul tema del referendum del centrosinistra è intervenuto inoltre il segretario regionale dei dipietristi, Fabio Giambrone, secondo il quale: “non possiamo affidare a questo partito democratico la responsabilità delle sorti di tutto il centrosinistra siciliano. Per questo, di concerto con i segretari regionali di Sinistra e libertà e di Rifondazione comunista promuoveremo questo referendum, che è un atto di coerenza politica. Riceviamo ogni giorno centinaia di mail da parte di elettori del Pd che ci chiedono di scuotere questa situazione stagnante”.